Abbiamo smesso di crederci. 20 anni fa

Che vi sia una certa avversione popolare nei confronti dell’UE è chiaro pressoché a tutti. Ma che questa avversione sia andata crescendo – talvolta progressivamente, talaltre repentinamente – da almeno 20 anni è forse meno di pubblico dominio.

In poche parole, però, è questa la sintesi dello studo “Do the Europeans still believe in the EU? Analysis of attitudes and expectations of EU public opinions over the past quarter century” di Daniel Debomy. Secondo il ricercatore, l’Europa ha vissuto un primo periodo di forte crescita nell’opinione pubblica, raggiungendo un livello record nella primavera 1991, poco prima di Maastricht, insomma. Poi, il crollo: forte decrescita fino alla primavera 1997, discesa moderata (con qualche sprazzo ottimista) fino al 2007, seguito da un ulteriore crollo dal 2008 ad oggi.

Ciò che però forse lo studio non spiega è che gli europei non è che si siano stancati dell’UE, dell’integrazione e dell’avanzamento politico-economico del continente. Ma si sono stancati – direttamente o indirettamente – di questi governanti attenti solo al breve periodo, chiacchieroni e litigiosi, improduttivi e disattenti. Datemi pure del populista demagogo – fa così trendy, oggigiorno – ma è deprimente seguire i preparativi del Consiglio europeo di questa settimana. Quello che dovrebbe salvare l’UE (e noi tutti) dal disastro. E che invece tra ‘nein’ tedeschi, assenze greche e sussurrate sfiducie italiane si sta trasformando in un patetico teatrino di cui pagheremo le dure conseguenze.

About these ads


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.