30 anni

30 anni. Sono 30 anni che l’Unione europea aspetta una legislazione adeguata, completa e competitiva in materia di brevetti. Uno strumento che, se uniformato e condiviso su tutto il territorio dell’UE, faciliterebbe la difesa dei diritti industriali, incentiverebbe le imprese ad operare più apertamente sul mercato interno e darebbe impulso – quantomeno in linea teorica – alla ricerca e sviluppo industriale. Eppure, in questi 30 anni, di fatti se ne sono visti pochi.

Recentemente, l’argomento è ritornato in auge nel 2003 circa, e da allora è stato un susseguirsi di dibattiti e discussioni per giungere ad un quadro legislativo condiviso da tutti gli Stati membri. Nel dicembre 2011 arriva l’accordo definitivo, sulla base di una “cooperazione rinforzata” a 25, con Italia e Spagna che si chiamano fuori per motivi linguistici che non stiamo qui ad indagare.

Tutto fatto? Ma neanche per idea! Perché pochi giorni fa, Germania e Regno Unito hanno spostato ancora più in alto l’asticella del fastidio nei confronti dello pseudo-nazionalismo che impregna l’Europa di oggi, opponendosi al compromesso ottenuto durante la presidenza polacca del Consiglio che si accordava su Parigi quale sede della Corte di primo grado in materia di dispute sui brevetti. Uno schiaffo ai francesi che si ritorcerà però contro le imprese della Repubblica federale e della perfida Albione, più che mai interessate a combattere la crisi espandendo i propri mercati potenziali e incrementando il proprio potere competitivo.

E così, tutto bloccato, di nuovo. Il Consiglio di giugno, che sancirà il passaggio tra la presidenza danese e quella cipriota, difficilmente riuscirà a concludersi con un accordo tra le parti. Certo, si può sempre sperare in un miracolo. Ma c’è da crederci, in questa Europa cialtrona ed inconcludente di oggi?



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...