A (European) Butterfly Effect

Uno dei grandi luoghi comuni di questo periodo di crisi è che vi sia un confronto, diretto o indiretto che sia, tra la declinante Europa e la rampante Asia. Due stili e modelli di vita e lavoro distinti, lontani migliaia di chilometri, non solo geograficamente.

Si tratta, ovviamente, di una semplificazione in quanto non si possono comparare tra loro due blocchi eterogenei e internamente distinti, ma un fondo di verità c’è. Eppure, non bisogna mai stancarsi di ricordare quanto, al giorno d’oggi, conti quasi più l’interconnessione mutua che le singole performance interne.

Già, perché come riportato nell’Asian Development Outlook Supplement della Banca di Sviluppo Asiatico (qui una sintesi giornalistica), la crescita economica del continente viene duramente rallentata dal calo della domanda in UE (oltre che negli USA), con effetti particolarmente rilevanti su Cina e, soprattutto, India, quest’ulima già a rischio per una scarsa domanda interna e alta inflazione. Preoccupazioni che, peraltro, sono state poi la base del recente allarme lanciato dal Fondo Monetario Internazionale sull’aggravarsi della crisi mondiale.

Insomma, per farla breve, altro che blocchi contrapposti, altro che ‘guerra’ tra Europa e Asia: l’interconnessione, la compenetrazione di mercati ed economie hanno fatto sì che dall’Atlantico al Pacifico, passando per l’Oceano Indiano, si debba coordinarsi e mutuamente regolarsi, per evitare capitomboli pericolosi.

Un po’ problematico, soprattutto dal lato europeo, dove manco riusciamo a coordinarci tra di noi. E non a caso, l’ASEAN (l’associazione economica dei paesi del sud-est asiatico) sembra averlo capito e sta cercando un modello di coordinamento e integrazione distinto, nuovo. “Credo fermamente che non dobbiamo né possiamo imitare la struttura dell’Unione Europea”: sapete chi l’ha detto? Susilo Bambang Yudhoyono, Presidente dell’Indonesia, la Germania dell’ASEAN. Fino a non più di 10 anni fa, l’Europa, dal punto di vista dell’integrazione, era il sogno degli asiatici. Era. Ora non più.


2 commenti on “A (European) Butterfly Effect”

  1. rO scrive:

    A leggere i report dell’FMI è l’Asia ormai a fare da moderatore nell’economia mondiale. In prima pagina sul sito da qualche giorno.

    • federicomartire scrive:

      E’ vero quanto dici (immagino tu ti riferisca a questo articolo http://www.imf.org/external/pubs/ft/survey/so/2012/CAR071212A.htm), ma rimane il fatto che senza ripresa/crescita in Europa e USA non c’è sufficiente domanda per la produzione cinese e indiana (oltre che, più in generale, dell’area ASEAN). I mercati di questi paesi non sono infatti ancora in grado di sostenere la produzione con la domanda interna, e devono perciò affidarsi all’export (con i dovuti distinguo, accade anche per la Germania in Europa). Ergo, senza crescita ‘ad ovest’ l’Asia va in in panne. Tant’è che sempre sull’homepage IMF si sottolinea come la debole ripresa mondiale sia dovuta a EU e USA.

      Per questo, credo, la Lagarde chiama l’Asia alle sue responsabilità: se lo stabilizzatore della finanza mondiale siete voi, stabilizzate. Cambiate le politiche monetarie per evitare il dumping, trasformatevi da centri di produzione a basso costo a centri di produzione di ricchezza basata sull’innovazione, imponendo così anche un cambio di rotta a Europa e USA. E coordinatevi (implicitamente) con loro: se la domanda ad ovest non sostiene la vs produzione, crollate anche voi. Ecco perché gli stati BRICS vengono a comprare debito pubblico europeo: per sostenere la ns ripresa, ben consapevoli del fatto che senza acquirenti non c’è mercato neanche per loro.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...