in guerra insieme?

È arrivata la notizia dell’ennesimo militare italiano ucciso in Afghanistan. La lista dei caduti italiani si allunga e noi evidentemente ci stringiamo attorno alla famiglia del caduto.

Detto questo c’è una cosa che non si capisce: nonostante siano presenti sul terreno gli eserciti di vari paesi UE, i cui eserciti sono più o meno coordinati, i caduti continuano contati per paese di provenienza. Come se fosse un’operazione separata senza nessuna coordinazione. Non ha senso. Forse viene fatto così perché si ha paura di dare cifre che sarebbero più elevate. E perché così non ci sarebbe settimana senza annuncio di un caduto?



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...